Poliuretano RIM

I formulati RIM (poliuretani compatti stampati a densità 1100/1200 kg/mc) si suddividono in 2 principali categorie: RIM caricati e RIM non caricati. I RIM caricati, come indica la denominazione, contengono al proprio interno delle cariche che possono essere, a seconda dei casi, fibre di vetro o altre cariche minerali.

Rispetto ai Poliuretani non caricati, questi RIM offrono caratteristiche di resistenza meccanica di molto superiori. I RIM non caricati, offrono invece caratteristiche di flessibilità e di resilienza non riscontrabili con altri tipi di poliuretani strutturali.

Le peculiarità dei poliuretani RIM, caricati e non caricati, vanno ad integrare infatti in alcune applicazioni le risposte fornite dai poliuretani strutturali, offrendo talvolta una valida alternativa a materiali differenti come i metalli con vantaggi in termini di leggerezza.

Non meraviglia, quindi, che i RIM siano particolarmente apprezzati nel settore automotive e delle macchine per movimento terra.

trattore

Abbiamo a disposizione RIM non caricati, che presentano ottime caratteristiche di flessibilità e resilienza; RIM caricato vetro, dotato di efficaci proprietà di resistenza meccanica, decisamente superiori a quelle dei poliuretani RIM o rigidi non caricati; e RIM rinforzati con cariche minerali in polvere, con resistenza meccanica decisamente superiore a quella dei poliuretani RIM o rigidi non caricati e un elevato grado di verniciabilità.

Dal punto di vista produttivo i PU RIM comportano costi per le attrezzature identici rispetto ai poliuretani non caricati. Non di rado, capita di utilizzare questi materiali in sinergia con i poliuretani rigidi strutturali.


Torna indietro