Poliuretano rigido, un’ottima alternativa alla lamiera

Il PU rigido sembra essere un’ottima alternativa alla lamiera nella progettazione di totem multimediali sia per esterni sia per interni.
RGS opera nel settore da anni, mettendo a disposizione del cliente la sua ventennale conoscenza della materia prima e la sua esperienza nella progettazione.

Di seguito riportiamo due esempi di info point, diversi per scelta di materiali e per progettazione, per accontentare le specifiche esigenze dei clienti.

INFO POINT DA ESTERNO
In questo progetto da esterni si è preferito utilizzare il poliuretano soltanto nella consolle centrale del totem per rendere ergonomica e funzionale l’interfaccia con l’utente e al contempo, garantire una adeguata robustezza con un investimento contenuto, con l’utilizzo della lamiera. Per questo oggetto è stato utilizzato il baydur 110 nervato nella parte posteriore per renderlo estremamente resistente sia alle sollecitazioni meccaniche che agli urti compresi eventuali atti vandalici. La flessibilità della tecnologia del poliuretano rigido è resa evidente dalla progettazione dello stampo con 3 zone tassellate per poter implementare varie soluzioni richieste dalle esigenze del cliente di avere più possibilità di utilizzo dell’interfaccia utente. Particolarmente curata è la sede delle guarnizioni che uniscono il PU alla lamiera per rendere il totem il più ermetico possibile per proteggerlo dalle intemperie. All’ interno del carter sono stati predisposti numerosi inserti filettati che permettono l’istallazione di componenti elettronici direttamente nella consolle in PU.

INFO POINT DA INTERNO
info-point-kit-artu
Bell’esempio di conversione di tecnologia dalla lamiera al poliuretano, il pu ha risolto i principali problemi della precedente produzione in lamiera, sia in termini di tempi di consegna (stare al passo con la domanda) che per quanto riguarda il montaggio, semplificato notevolmente, creando vantaggi notevoli in termini economici.

Oltre all’aspetto economico è stato curato il design e l’ergonomia del totem. Sono state sfruttate al meglio le peculiarità delle formulazioni di PU 110 e 60 entrambe in versione autoestinguente certificato.
Il baydur 110 come in precedenza sottolineato, per resistere agli urti e alle sollecitazione meccaniche, e il baydur 60 per particolari estetici con spessori più elevati per favorire l’ergonomia e il design (assecondare l’esigenza di un design che richiede spessori più elevati). L’utilizzo di stampi di alluminio tassellati, ha consentito di ottenere più figure diverse, soprattutto per lo sportello in cui al posto di 4 stampi, sono stati creati 4 tasselli che con un solo stampo realizzano 4 figure diverse a seconda delle necessità riducendo notevolmente i costi.
In ultimo, ma primo per impatto visivo, la finitura estetica su un oggetto in pu rigido, bella resistente e piacevole al tatto.


Torna indietro