Poliuretano medicale

Il poliuretano rigido, un materiale incredibile che coniuga alla perfezione design e funzionalità.

apparecchiatura-anestesia-gassosaL’industria medicale è stata una delle prime ad accogliere e promuovere il poliuretano rigido per la realizzazione dei suoi apparecchi, questo materiale è l’ingrediente protagonista di carterature che necessitano di robustezza, resistenza alle alte temperature, autoestinguenza e stabilità dimensionale.

“Nel settore medicale, dando per assodate le prestazioni tecniche e funzionali degli strumenti, gioca un ruolo decisivo l’elemento estetico e il design.”

Il poliuretano rigido, viste le sue caratteristiche peculiari di estrema versatilità e duttilità, ha permesso a molte aziende di operare con grande libertà di progettazione, conciliando bellezza nelle forme, robustezza e maneggevolezza, senza scendere a compromessi per quanto riguarda resistenza e sicurezza.

“Poliuretano, bello é possibile”

Le rifiniture e la verniciatura rivestono un ruolo importante in tutto il processo. In queste fasi, più estetiche, si va a rivestire la tecnologia con un appeal decisamente accattivante.  Le carrozzerie e le carterature in poliuretano in questo modo comunicheranno modernità, innovazione e senz’altro stimoleranno la voglia all’investimento.

La presenza del poliuretano rigido nel settore medicale è frequente e consolidata sia nei laboratori, con strumenti come analizzatori di chimica clinica (Apparecchio di chimica clinica 1), (Apparecchio di chimica clinica 2) , sia nelle sale operatorie, come per esempio con apparecchiature per la chirurgia oftalmica (Apparecchio per chirurgia oculistica) e workstation per anestesia gassosa (Apparecchio per anestesia gassosa).

Sin qui abbiamo parlato dei molti aspetti del poliuretano nel settore medicale, ma senz’altro le sue applicazioni non finiscono certo qui.

Per maggiori informazioni:
direzione.commerciale@rgseuropa.it


Torna indietro